SCN

Progetto “Diamoci una mano”: convocazione candidati

Visualizza in pdf:

Lettera di convocazione

 

 

Prot. n 233023-B3

Al sito Web d’Istituto

 

 

OGGETTO: Convocazione compilazione questionario e colloquio per Selezione dei Volontari del Servizio Civile progetto “Diamoci una mano”.

Si comunica che il giorno 11 Novembre 2017,alle ore 8,00 , presso la sede dell’Ente: Istituto “Pascoli-Parchitello” via A. Manzoni snc, Noicattaro , inizieranno le procedure di selezione dei volontari secondo la seguente modalità :

ore 8,00-9,00 compilazione del questionario a risposte aperte, a seguire ,colloqui individuali.

I candidati sono invitati a presentarsi muniti di documento di riconoscimento.

La mancata presenza, sarà considerata quale rinuncia da parte del candidato.

 

Noicattaro, 24/10/2017

 

Il rappresentante dell’Ente

Il Dirigente scolastico

Maria Morisco

Firma autografa sostituita a mezzo stampa

ex art. 3, c.2 D.Lgs n. 39/93

scn

Bando Servizio Civile Nazionale “Diamoci una mano” – Scadenza 26/6/17, ore 14

Bando-Regione-Puglia

allegato_1_puglia

Allegato2_Domanda_di_ammissione

Allegato-3-Dichiarazione-Titoli

Schema sintesi progetto (allegato 6)

 

 

 

 

 

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

TITOLO DEL PROGETTO: “Diamoci una mano!

SETTORE e Area di Intervento:Educazione e promozione culturale (settore E-08/09)

 

OBIETTIVI DEL PROGETTO:

obiettivi generali del progetto:

 

1.         favorire il benessere psico-fisico e relazionale di tutti gli alunni della scuola, con particolare riguardo ai ragazzi con svantaggio socio – culturale;

2.         accrescere il successo formativo di tutti gli alunni, con obiettivi personalizzati da raggiungere, secondo i profili cognitivi ed i livelli di apprendimento di ciascuno, allo scopo di ridurre sensibilmente le insufficienze all’atto della valutazione finale;

3.         raggiungere la piena integrazione tra alunni di diverse provenienze, culture, abilità e condizioni familiari;

4.         promuovere e diffondere il senso di appartenenza alla comunità scolastica, intesa come “buon luogo dei ragazzi”

 

obiettivi specifici del progetto:

 

1.         attraverso gli interventi di recupero didattico da parte dei Volontari e grazie ai progressi didattici in itinere acquisiti, viene ridotta del 10% la percentuale di alunni che concluderebbero l’anno scolastico con valutazioni carenti in due o più discipline;

2.         attraverso la partecipazione ai laboratori (scacchi, giardinaggio, “officina dell’arte”, animazione sportiva, biblioteca, attività estive), gli alunni con svantaggio socio – culturale migliorano il loro comportamento scolastico complessivo, riducendo del 10% il numero di provvedimenti disciplinari o di sanzioni per il mancato rispetto del regolamento d’istituto;

3.         offrire agli alunni diversamente abili (in numero di 6) le opportune attività di integrazione e – per le patologie più importanti – un adeguato grado di supporto anche assistenziale all’azione del docente;

4.         attraverso le azioni laboratoriali operative (giardinaggio, scacchi, musica, arti varie, sport, biblioteca), far accrescere l’autonomia, il saper fare, il piacere verso la scuola dei ragazzi meno motivati, conducendoli alla realizzazione di performances e prodotti finali (ogni attività laboratoriale condurrà ad esiti visibili, quali manifestazioni, tornei, esposizioni, ecc.)

5.         la crescita del senso di appartenenza alla scuola, e  della  motivazione  alla  frequenza  scolastica,  si dovranno constatare, a fine anno scolastico, con la significativa riduzione dei giorni di assenza, da parte di quegli alunni a rischio di dispersione (confrontabili con l’anno scolastico precedente);

6.         avere la scuola aperta nei mesi estivi, coinvolgendo in una presenza assidua gruppi di alunni, sia per il recupero scolastico, sia per i vari laboratori operativi, nella misura stimata in 50 ragazzi.

N.B.: quasi tutti gli obiettivi specifici (con particolare riferimento ai laboratori operativi, ai supporti assistenziali per alunni disabili, alle attività estive) richiamano competenze facilmente spendibili, anche per giovani  con  bassa  scolarizzazione,  ma  con  abilità  operative  ed    attitudini alle relazioni interpersonali.

 

 

ATTIVITÁ D’IMPIEGO DEI VOLONTARI

Si specificano, in modo concreto e dettagliato, ruolo, attività, modalità operative.

Ruoli ed attività

I ruoli che saranno attribuiti, e le conseguenti attività, sono già anticipati al par. 8.1. Essi sono:

-           assistente degli scacchi

-           capo – giardiniere

-           capo – officina

-           capo bibliotecario

-           animatore di attività ludico – motorie

-           tutor per il sostegno didattico (nelle 4 diverse accezioni individuate al par. 8.1)

-           animatore delle attività estive di “Scuola Aperta”

Le modalità operative saranno le seguenti:

Affidamento degli incarichi

Dopo un primo periodo di osservazione e di “conoscenza del luogo” (i ragazzi, le classi, la struttura, i docenti), in rapporto alle personali attitudini e competenze, l’OLP affida a ciascuno dei volontari gli incarichi più opportuni tra: i laboratori (tra gli ambiti indicati al punto 8.1), le azioni di tutoraggio. Con l’opportunità che ciascun volontario possa sperimentare ed integrarsi in ciascun ruolo, arricchendo così la propria esperienza. Si avrà particolare cura nel ritagliare il ruolo opportuno per il volontario con bassa scolarità, in rapporto alle concrete e specifiche competenze del giovane.

Riserva posto ed adozione degli altri criteri aggiuntivi (come da Delibera Regione Puglia)

Si conferma ulteriormente che l’Istituto “Pascoli – Parchitello” intende avvalersi della riserva di 1 posto per giovane con bassa scolarità; in subordine, non intende accedere all’altro tipo di riserva (quello della disabilità) .

Inoltre, questo progetto intende adottare altri criteri aggiuntivi previsti dalla Delibera regionale: la partecipazione a momenti di formazione/comunicazione/networking; la partecipazione ad iniziative regionali sul SCN; la formulazione di una relazione di verifica conclusiva.

Di tali intenzioni, si dà formale riscontro attraverso i relativi 4 allegati (1.1,1.2,1.3,1.4) che sono acclusi al “Dossier” e che integrano questa scheda progetto.

Piano di servizio

Affidati gli incarichi, essi vengono calendarizzati e costituiscono il “piano di servizio”, formulato dall’OLP, condiviso dai volontari, approvato dal Dirigente Scolastico e comunicato a tutto il personale scolastico. A tale piano di servizio, sarà richiesto di attenersi (ogni diverso fabbisogno, che suggerisce un intervento flessibile, viene concordato con l’OLP).

Ore di servizio e tempi di svolgimento

 

Le ore di servizio sono 30 settimanali, da effettuarsi di norma dal lunedì al sabato.

Esse potranno svolgersi sia in orario antimeridiano (in particolare per il Tutoraggio), sia in orario pomeridiano. L’effettiva articolazione viene definita e condivisa (come tutto quello che attiene alla concreta realizzazione di questo progetto) con i volontari.

Nei “piani di servizio” potranno essere incluse (in modo non rilevante e per specifici bisogni) anche iniziative educative da svolgere fuori dalla scuola ( visite guidate, uscite in luoghi del territorio, partecipazione a competizioni, mostre, attività laboratoriali mirate ecc.).

Il “ feedback”, esperienza di formazione permanente

I  Volontari  parteciperanno  alla  formazione  generale,  specifica  ed aggiuntiva (nelle forme, modi e tempi che vengono precisati nei rispettivi paragrafi).

Una ulteriore, rilevante modalità formativa è costituita dal feedback permanente: i volontari dedicheranno a questo aspetto essenziali momenti, anche giornalieri, per la focalizzazione di particolari aspetti che si renderanno evidenti dall’esperienza. Nello specifico, a  conclusione o all’inizio  dell’orario    di servizio.

 I 5 volontari, coordinati dall’OLP e dal Dirigente Scolastico, esamineranno  punti critici, faranno brevi analisi di caso e formuleranno possibili soluzioni

Tra  i  feedback  e  la  formazione  specifica  vi  sarà  un  forte  legame strutturale: infatti dai feedback scaturiranno i bisogni dei volontari, che poi verranno compiutamente affrontati in specifiche sessioni formative. Inoltre, questa modalità di verifica sul campo consentirà gli opportuni adeguamenti dei “piani di servizio”, secondo le valutazioni che saranno condivise tra il “Gruppo di indirizzo e di coordinamento” e gli stessi Volontari.

 

 

CRITERI DI SELEZIONE

Si intende utilizzare il sistema di selezione dei Volontari approvato dal

Direttore Generale dell’Ufficio Nazionale Servizio Civile, con determinazione dell’11/6/2009, con le specifiche ed autonome modalità di attuazione, qui di seguito riportate (ed i relativi strumentidi rilevazione allegati):

1.         attribuzione del punteggio per “esperienze precedenti”, sulla base del Curriculum del candidato (rilevazione quantitativa delle esperienze pregresse, come da Decreto 173 dell’11/6/09; punteggio massimo: 30)

2.         Attribuzione del punteggio per “titolo di studio”, titoli professionali”, “esperienze aggiuntive”, “altre conoscenze” (rilevabili dal curriculum del candidato e dalle informazioni dirette, da raccogliere in sede di colloquio). (la voce “altre conoscenze”, il titolo di studio, i titoli professionali e le eventuali “esperienze aggiuntive” possono totalizzare un punteggio massimo di 20)

3.         Compilazione di questionario a risposte aperte, (All. 1), questionario a scelta multipla (all.2), con relativa griglia di correzione (all.3) come prove preliminari del colloquio.

(A seguito del colloquio, sulla base sia dei contenuti esposti oralmente sia di quelli rilevati con i questionari, viene effettuata la compilazione della Scheda di giudizio finale – come da Decr. 173 dell’11/6/09 – avente come punteggio massimo 60).

Il punteggio minimo per superare la selezione è di 36/60 nella scheda finale.

E’ stabilita la riserva di un posto (come da Del. Giunta Reg.le aprile 2014 e conseguenti Linee Guida) per candidati in possesso esclusivamente del diploma di Scuola secondaria di 1° grado, (requisito della bassa scolarizzazione). Tale posto sarà attribuito al candidato che, avendo superato la selezione, risulterà primo tra coloro che saranno in possesso del medesimo requisito.

Il punteggio massimo generale resta stabilito in 110

La selezione è effettuata dai selettori (in possesso di specifico requisito, conseguito in corso effettuato dalla Regione Puglia): Dott.ssa Domenica Cinquepalmi (Assistente Sociale specialista, formatrice accreditata USCN, già responsabile dei progetti di Servizio Civile realizzati presso il Comune di Noicattaro), Prof. Luigi Giulio Domenico Piliero(Dirigente scolastico Scuola “Pascoli”), dalla Prof. Stramaglia Isabella (Docente Scuola “Pascoli”, Operatore Locale di Progetto) e Ins. Troiani Angela (Docente Scuola “Parchitello”, Operatore Locale di Progetto),Prof.Loconsole Vitaliana (funzione strumentale area Pof/Ptof), Prof.ssa Salierno Anna Paola (collaboratore del Dirigente), Prof. Enzo Cuscito (referente Consiglio dei Ragazzi).

           

Ricorso a sistemi di selezione verificati in sede di accreditamento: No

 

 

CONDIZIONI DI SERVIZIO ED ASPETTI ORGANIZZATIVI:

 

Voce 13

Numero ore di servizio settimanali dei volontari, ovvero monte ore annuo: 30

 

 Voce14

Giorni di servizio a settimana dei volontari (minimo 5, massimo 6) : 6

 

Voce15

Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio:

I  Volontari  presteranno  il  servizio  anche  in  periodi  di  non  attività

didattica (periodo estivo). Eccezionalmente (ed in modo concordato) potrebbe essere richiesto anche un impiego in giorno festivo o con pernottamento fuori sede (per viaggi di istruzione, altro).

I Volontari dovranno rendersi disponibili anche per attività pomeridiane, o in uscite nel territorio, coerentemente ai “Piani di servizio” programmati

all’interno dei piani di formazione, i Volontari dovranno accettare di partecipare a stages o eventi formativi, sotto la supervisione dell’equipe dei formatori dell’Ente accreditato, presso le sedi di enti partner del progetto qualificati , eventualmente anche impegnandosi a raggiungere tali sedi con mezzo proprio (comunque nell’ambito della provincia).

 

Voce 22

Eventuali requisiti richiesti ai canditati per la partecipazione al progetto oltre quelli richiesti dalla legge 6 marzo 2001, n. 64:

          disponibilità ad uscite nel territorio, secondo le esigenze del Piano di servizio

          disponibilità ad effettuare parte dell’attività di formazione (in forma di  stage o partecipazioni seminariali) presso le sedi di enti partner, anche in orario pomeridiano o di fine settimana.

 

SEDI DI SVOLGIMENTO e POSTI DISPONIBILI:

voce 9

Numero dei volontari da impiegare nel progetto: 5

 voce 10

Numero posti con vitto e alloggio:0

voce 11

Numero posti senza vitto e alloggio:5

voce12

Numero posti con solo vitto:0

 

voce 16         

Sede/i di attuazione del progetto, Operatori Locali di Progetto e Responsabili Locali di Ente Accreditato:

 

 

 

CARATTERISTICHE CONOSCENZE ACQUISIBILI:

voce 26 Eventuali crediti formativi riconosciuti:

La società SILEA s.r.l., ente accreditato per la formazione in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, rilascerà una attestazione, a seguito della partecipazione dei Volontari al modulo di formazione specifica finalizzato (modulo 6), che sarà spendibile anche in altri contesti lavorativi, in base all’Accordo Stato – regioni del 21/12/2001

voce 27 Eventuali tirocini riconosciuti :NO

voce 28 Competenze e professionalità acquisibili dai volontari durante l’espletamento del servizio, certificabili e validi ai fini del curriculum vitae:

L’Istituto Comprensivo “Pascoli- Parchitello”, in qualità di Istituzione Scolastica, rilascerà una attestazione del Servizio Civile svolto, con le relative attività svolte e conoscenze/competenze acquisite, con particolare riferimento a:

          competenze comunicative e relazionali;

          competenze nelle dinamiche di   gruppo e   gestione dei conflitti;

          competenze pedagogico – didattiche

La società SILEA, ente qualificato ed accreditato nell’ambito delle norme in materia di sicurezza, a seguito di un modulo di formazione specifica condotto dai suoi esperti formatori (vedasi i contenuti della formazione alla voce 40 della scheda – progetto), rilascerà un attestato di partecipazione, valido come assolvimento degli obblighi connessi alla Legge 81/08 in materia di prevenzione rischi nei posti di lavoro.

L’associazione L’Abbraccio rilascerà una attestazione delle unità formative e delle relative conoscenze acquisite, a cui i Volontari avranno  partecipato  nell’ambito  dei  moduli  di  formazione  specifica, valida ai fini del curriculum vitae.

FORMAZIONE SPECIFICA DEI VOLONTARI:

voce 40          Contenuti della formazione: 

1° Modulo: la preadolescenza

Formatore: Prof. Luigi Giulio Domenico Piliero

 Durata: 5 ore(1incontro)

          Età del “non più” e “non ancora”

          Schemi interpretativi

          I modelli sociali di riferimento

          Teoria dei bisogni delle età della vita (Maslow)

          Teoria delle intelligenze multiple (Gardner)

 

2° Modulo : risorse umane, competenze comunicative e relazionali

Formatore: Prof.ssa Anna Paola Salierno

 Durata: 5 ore(1incontro)

          Strategie ed atteggiamenti educativi: l’ascolto e la comunicazione Le teorie della comunicazione

          La relazione interpersonale: la risorsa delle differenze

          L’animazione socio-culturale: cittadinanza e senso di comunità

          Il lavoro di gruppo

I contenuti del 2° modulo, saranno coerenti alle attività del progetto ed alle competenze necessarie per realizzarle.

 

3° Modulo: formazione ed informazione sui rischi connessi all’impiego dei Volontari nei progetti di Servizio Civile

Formatore: Luigi Sibilio

Durata: 12 ore (3 incontri)

 

          Concetti di rischio, danno, prevenzione,protezione,

          organizzazione della prevenzione aziendale,

          diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali,

          organi di vigilanza, controllo e assistenza,

          La sorveglianza sanitaria e le attribuzioni del medico competente

          La disciplina sanzionatoria

          Elementi fondamentali di tecnica della comunicazione

          Rischi infortuni

          meccanici generali

          elettrici generali – elettrocuzione

          macchine – attrezzature

          cadute dall’alto

          rischi da esplosione

          rischi chimici

          nebbie -oli – fumi – vapori – polveri

          etichettatura

          rischi cancerogeni

          rischi biologici

          rischi fisici

          rumore

          vibrazioni

          radiazioni

          microclima e illuminazione

          DPI organizzazione del lavoro

          ambienti di lavoro

          stress lavoro correlato

          movimentazione  manuale  dei  carichi  -  movimentazione  merci (apparecchi di sollevamento, mezzi trasporto)

          segnaletica

          emergenze

          Le procedure di sicurezza con rifer. al profilo di rischio specifico

          procedure esodo e incendi

          procedure organizzative per i1 primo soccorso

          incidenti e infortuni mancati

 

 (i moduli 1,2,3 e 5 sono condotti presso la sede dell’Ente – la Scuola secondaria di 1° grado “Giovanni Pascoli”, per un totale di 25 ore)

 

4° modulo: stage formativo presso l’associazione ” L’Abbraccio”

dinamiche e comportamenti, a contatto con i “ragazzi difficili”

Formatore: Dott.ssa Valentina Ardito

Durata: 26 ore (5 – 6 incontri “sul campo”)

 

Il gruppo dei Volontari, “in trasferta” presso l’associazione ” L’Abbraccio”, farà “ricerca – azione”, affiancandosi all’equipe degli operatori sociali che lavorano con i “ragazzi a rischio” in situazioni socio-educative difficili provenienti per lo più dalla zona popolare di Noicattaro. La Dott.ssa Valentina Ardito, coordinatrice della struttura, fungerà da formatore–facilitatore dell’esperienza.

 

5° modulo: Feedback e conclusioni del percorso

 

Formatore:  Prof. Luigi Giulio Domenico Piliero

Durata: 3 ore (1 incontro)

Il percorso di formazione specifica si conclude con il feed back e la risonanza dei tratti più significativi dell’itinerario.

La riflessione sarà facilitata dal dirigente scolastico Piliero insieme alle due OLP

voce 41 Durata:

51 ore

Le modalità di realizzazione saranno: il 70% delle ore (35 h.) entro i primi 90 giorni ed il restante 30 % (16 h) entro 270 giorni dall’avvio del progetto.

Graduatoria Progetto Servizio Civile “LA SCUOLA CHE CI RENDE LE-ALI”

Progetto Servizio Civile

“LA SCUOLA CHE CI RENDE LE-ALI”

GRADUATORIA DEI CANDIDATI RISULTATI IDONEI

 

 

candidata/o data di nascita totale punteggio collocazione in graduatoria
1. DEPALMA CRISTINA 18/12/1992

70.7

IDONEO SELEZIONATO
2. ANELLI CRISTIAN 23/03/1993

69

IDONEO SELEZIONATO
 3. DIBENEDETTO VITO 19/02/1990

62

IDONEO SELEZIONATO
4.VURRO MARIA LUIGIA 13/07/1988

60.4

IDONEO SELEZIONATO
5.CAZZOLLA SERENA 01/11/1992

59.3

Idoneo non selezionato
6.MELE MAURA 06/04/1995

55

Idoneo non selezionato
7.DELL’ERBA MARCO 13/09/1988

54.9

Idoneo non selezionato
8.BUONASORA ANTONELLA 27/04/1989

52.25

Idoneo non selezionato
9.SCAVO MARIANA 18/05/1988

51.5

Idoneo non selezionato
10.SPADA MARIA STEFANIA 26/12/1990

50.6

Idoneo non selezionato
11.CURLO ELEONORA 29/12/1989

50.4

Idoneo non selezionato
12.SAPONARO CHIARA 19/12/1988

48.3

Idoneo non selezionato
13.SERAFINO RITA 18/06/1988

45.7

Idoneo non selezionato
14.CIAVARELLA MARIA CARMELA 23/10/1987

44.7

Idoneo non selezionato
15.CILI ANISA 12/12/1988

44.6

Idoneo non selezionato
16.DELLINO LUCIA 13/05/1991

44.5

Idoneo non selezionato
17.LISCO ROSA 14/12/1994

43.9

Idoneo non selezionato
18.RUOSPO GIULIANA 2/03/1990

42.7

Idoneo non selezionato
19.ARMENISE SILVIA 21/09/1996

40.8

Idoneo non selezionato
20.LASORELLA FEDERICO 13/07/1988

38.7

Idoneo non selezionato
21.PONDRANDOLFO PAOLA 11/01/1994

36.8

Idoneo non selezionato

 

  1.PETRUZZI    GIOVANNI 20/06/1997

43.5

IDONEO SELEZIONATO

   2.PUTIGNANO GIUSEPPE 28/01/1995

40.5

Idoneo non selezionato
   3.CLEMENTE ANNAMARIA 09/11/1997

38.5

Idoneo non selezionato

Noicattaro, 2/11/2016

 IL RESPONSABILE LEGALE DELL’ENTE

F.to  (Prof. Luigi Giulio Domenico Piliero)

Visualizza in formato pdf:

graduatoria la scuola che ci rende